menu

Alberto Garutti

Quando qualcuno mi chiede se faccio ancora i cristalli degli "orizzonti" come quelli della Biennale di Venezia, rispondo dicendo che continuo e continuerò a farli.

Infatti quando realizzo una linea, penso sempre che sia la continuazione di quella linea dell'orizzonte che passa attraverso le case dei collezionisti che posseggono questo lavoro.

Immagino questa linea che entra in una casa e poi esce da essa, fino a congiungersi a quella che è nel mio studio o che sto per realizzare.

E' la costruzione ideale dell'"orizzonte che accompagna la mia vita". E' per questo che il mio progetto si propone di poter un giorno riunire tutti questi quadri, e dopo averli allineati uno accanto all'altro, poter costruire così una lunga linea, mai vista prima.

Tutti i nomi dei collezionisti, che sono davvero amici perché sono coloro che amano e difendono il lavoro, sono elencati cronologicamente ed appaiano così come parte integrante del progetto. L'opera si costituisce dunque secondo un principio "sentimentale".

"Le persone che amo sono l'orizzonte vero della mia vita". (vedi biografia)

OPERE DISPONIBILI

SENZA TITOLO "Orizzonti" – 2002
vetro, pittura ad olio, cornice in ferro
136 x 96 x 6 cm
zoom

SENZA TITOLO "Orizzonti" - 1992 – 1992
vetro, pittura ad olio, cornice in ferro
110 x 180 cm
zoom

SENZA TITOLO - 1992 – 1992
pittura ad acqua su tavola, fori, vetro
210 x 130 cm
zoom

SENZA TITOLO – 1992
pittura ad acqua su tavola, fori, vetro
210 x 130 cm
zoom

SENZA TITOLO – 1995
vetro colorato, cornice in legno
160 x 120 cm
zoom

SENZA TITOLO – 1995
tavola di legno impiallacciato mogano
160 x 120 x 13 cm
zoom

INSTALLAZIONI

Installation view,
Art Cologne - 2002
zoom

Installation view,
Museo di Palazzo Poggi - 2006
zoom

CATALOGHI

©2002-2014 Studio La Città
Tutti i diritti sul materiale contenuto in questo sito sono riservati